ZHKrimi_2.jpg
ZHKrimi.jpg

DER ZÜRICH KRIMI - EPISODI 5 E 6

Borchert e l'avidità omicida

Sulla strada verso l'ufficio del suo superiore Dominique Kuster, Borchert è testimone di un incidente in cui un giovane motociclista esce di strada. Quando Kuster lo viene a sapere, riferisce di conoscere la vittima dell'incidente perché ha chiesto il suo aiuto in precedenza. La vittima è il giovane studente d'arte Julian, da allora in coma. Durante l'indagine, si scopre che Julian potrebbe essere coinvolto in una radicalizzazione. Divenne amico di Said Allawi, che fece con lui numerosi viaggi in Medio Oriente.


Borchert e la caduta dell'uomo
Il proprietario dello strip club zurighese Orchidee colpisce un poliziotto per legittima difesa durante un'irruzione. La poliziotta Emmi Arnold, che ha partecipato al raid, confessa al capitano Marco Furrer che l'operazione è stata falsificata. Poco tempo dopo, la loquace poliziotta viene uccisa. Furrer è fortemente sospettato di omicidio, e viene poi sospeso dal Maggiore Wenger. Borchert, l'"avvocato senza licenza", vuole aiutare il suo amico, che nel frattempo vuole provare la sua innocenza al Maggiore di sua iniziativa.

Regia: Roland Suso Richter / Produzione: Graf Film in Co-Produktion mit Hugofilm

<< TORNA AI PROGETTI